16 gennaio 2017
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
gennaio 2017 dicembre 2016 novembre 2016
La difficile professione dell’alchimista tecnico
di Gaetano Evangelista - 23/12/2016
Quella dell’analista tecnico è una professione poco seria, ma difficile. Come un farmacista; anzi, no: come un alchimista, deve impiegare, ponderare, utilizzare una varietà di elementi, nel tentativo di ottenere – se non la pietra filosofale – la risposta al dilemma che quotidianamente angoscia tutti gli investitori. Vale a dire: che cosa faranno i mercati?
 
Quando un giorno finirà la festa... (II Parte)
di Charlie Minter - 16/01/2017
In molti casi, i compensi degli amministratori delle società quotate sono determinati dall’andamento degli utili aziendali, non rettificati per tenere conto dei buyback. Dal momento che proprio il management e i vertici delle compagnie decidono in merito a queste operazioni, è evidente che si viene a definire un conflitto di interessi, con i manager motivati...(segue)
Piazza Affari sfonda i massimi! (con un piccolo accorgimento)
di Gaetano Evangelista - 13/01/2017
Bancari croce e delizia degli investitori italiani. Energizzante delle performance di Piazza Affari, fra la seconda metà del 2012 e la prima metà del 2015; il settore finanziario di casa nostra si è rivelato un’autentica zavorra negli ultimi diciotto mesi, costringendo il martoriato listino italiano ad una umiliante sotto-performance. Un investitore ha sempre...(segue)
Cosa ci riserverà Wall Street nel 2017?
di Bernie Schaeffer - 13/01/2017
Dopo un inizio disastroso, il mercato azionario l'anno scorso è decollato, salendo di quasi il 25% dal minimo di febbraio; del 7% dalla settimana che ha preceduto le recenti elezioni presidenziali. La performance dell'anno, come sempre, è funzione del numero di sedute positive e di sedute negative, e della performance media conseguita in entrambe le circostanze.(segue)
Esagerazioni turche?
di redazione Forex - 12/01/2017
Sulla Lira turca lo scenario che avevamo pronosticato domenica sull'ultimo numero di Strategie Valutarie si è avverato nel giro di poche sedute. Tecnicamente è stato abbastanza agevole stimare un obiettivo di prezzo per EurTry dopo la rottura della figura triangolare in essere da metà 2015. Il break di 3.40 ci aveva portato a stimare il target di questo movimento tra...(segue)
Quali sorti per chi investe in valute emergenti?
di Alvin A. River - 12/01/2017
Malgrado il generoso carry trade, le valute emergenti hanno smesso di brillare da tempo. Considerata l'elevata remunerazione offerta, e la prospettiva di una rivalutazione per diverso tempo realtà, gli investitori si sono gettati per anni a capofitto sull'EM Forex; obiettivamente con ottimi ritorni. Ma la situazione si è rovesciata già da alcuni anni...(segue)
Sulle borse europee il rialzo è corale
di Gaetano Evangelista - 11/01/2017
La partecipazione delle azioni europee al rialzo recente così ben sintetizzato dall'indice Eurostoxx50, è stata corale. Una settimana fa il 92.5% delle società incluse nel paniere del MSCI Euro - 111 su 120, in soldoni - si collocava sopra la propria media mobile a 50 giorni. Tutte in uptrend, insomma. Certo, in ottica di breve periodo questa coralità può...(segue)
Un rialzo alimentato dalle ricoperture
di Bernie Schaeffer - 10/01/2017
Ci sono due buone notizie, e una cattiva notizia. Partiamo dalle prime: le borse americane hanno realizzato in questi giorni nuovi massimi storici, dopo un fisiologico ripiegamento. Il Nasdaq100 si è spinto oltre i 5000 punti, migliorando il picco di marzo 2000. La cattiva notizia è che il Dow Jones non ha ancora avuto ragione dei 20.000 punti.(segue)
Quando un giorno finirà la festa... (I Parte)
di Charlie Minter - 10/01/2017
Gli ultimi otto anni hanno fornito un contesto ambientale eccezionale per il mercato azionario, per quello obbligazionario e immobiliare, grazie alla massiccia espansione del bilancio della Federal Reserve, con collegato azzeramento dei tassi di interesse. In questi otto anni il pubblico ha appreso concetti come il Quantitative Easing...(segue)
Sterlina: le condizioni per un'inversione primaria di tendenza
di redazione Forex - 09/01/2017
Come avevamo previsto la Sterlina chiude l’anno smaltendo quella buona parte di ipervenduto che aveva accumulato durante la fase terminale del 2016. I corposi supporti presenti tra 0.82 e 0.83 hanno fatto un egregio lavoro allontanando per ora il rischio di una discesa sotto 0.80. Dal punto di vista dell’analisi tecnica certamente giova ricordare...(segue)
Tassi in ripresa: quando saranno un problema per Wall Street?
di Alvin A. River - 09/01/2017
Il rialzo dei tassi di interesse maturato negli ultimi sei mesi ha generato un clima favorevole per il mercato azionario. Non c'é stata la temibile concorrenza di una forma di investimento finora messa in discussione dai rendimenti esili. Al contrario, il rimbalzo degli yield ha aumentato il multiplo di borsa (P/E) che gli investitori sono stati disposti a pagare...(segue)
Due elementi che inducono alla cautela
di Bernie Schaeffer - 06/01/2017
Le cifre tonde sugli indici costituiscono tipicamente delle soglie a ridosso delle quali prendere profitto, o acquistare. Per quasi due anni il Dow Jones ha fatto i conti con i 18.000 punti, venendone respinto e ripiegando fino a 16 mila punti in diverse circostanze. Gli investitori si sono assuefatti a considerare caro il mercato a 18k, e conveniente a 16k.(segue)
Wall Street al top, umore investitori sotto i tacchi...
di Gaetano Evangelista - 05/01/2017
Dobbiamo fidarci dei sondaggi settimanali sulla fiducia degli investitori americani? No, perché se ci basiamo sulle aspettative dei trader privati sulle prospettive del mercato azionario, dovremmo concludere che essi sono pesantemente investiti in borsa. Il che magari è in una certa misura anche vero, ragionando in termini di stock e non di flussi.(segue)
Ecco la tendenza dell'anno per le EM Currency
di redazione Forex - 04/01/2017
Secondo Research Affilitates, in termini di parità dei poteri d’acquisto (PPP) le valute emergenti sono passate da una sopravalutazione rispetto al Dollaro americano del 25% nel 2011 ad una sottovalutazione del 30% a gennaio 2016. Nonostante il rimbalzo del 2016 i parametri di Research Affiliates indicano ancora uno sconto di quasi...(segue)
E gli hedge fund restarono a guardare...
di Alvin A. River - 04/01/2017
Il rialzo dei listini azionari degli ultimi due mesi è stato travolgente e coinvolgente. Gli indicatori di sentiment naturalmente fotografano questo boom, suggerendo una netta prevalenza di investitori compiacenti, quando non smaccatamente positivi sulle prospettive future dei mercati. Eppure, se ci soffermassimo sul beta degli hedge fund, rileveremmo...(segue)
Tutto fa propendere per un consolidamento
di Bernie Schaeffer - 03/01/2017
Come abbiamo rilevato di recente, la volatilità di mercato ha suggerito una certa vulnerabilità da parte del mercato azionario, ad un pullback o quantomeno ad una stagnazione, dopo il recente rimbalzo post-elettorale. Il VelocityShares Daily Inverse VIX Short-Term ETN (XIV), collegato al future sul VIX, è salito fino a 50 dollari: una soglia che ha...(segue)
Economia USA in ripresa (ma dal II trimestre)
di Gaetano Evangelista - 03/01/2017
Il sondaggio trimestrale condotto dalla Federal Reserve fra le banche di credito ordinario, rileva per il passato trimestre una maggiore propensione a concedere credito. La percentuale netta di banche americane che hanno ristretto gli standard per accedere ai finanziamenti, è scesa all'1.5% per le medie e grandi imprese, dall'8.5% del trimestre...(segue)
Cosa rispondere ad un investitore sul Peso messicano
di redazione Forex - 02/01/2017
L’elezione di Trump ha spinto UsdMxn tra 20.50 e 21.00 e qui il cambio rimane da settimane. Dal punto di vista fondamentale il premio pagato da un bond governativo messicano in valuta locale a 5 anni rispetto ad un Bund tedesco è ad un passo da 800 punti base: siamo ai livelli più elevati dal 2001, quando EurMxn stazionava attorno a 8.50.(segue)
L'eredità del 2016 per l'anno entrante
di Alvin A. River - 30/12/2016
Ci stiamo lasciando alle spalle dodici mesi a dir poco tumultuosi! dopo il peggiore inizio d'anno della storia, le borse hanno invertito tendenza chiudendo il primo trimestre già con il segno positivo, e schizzando verso l'alto nell'ultima parte dell'anno. Il Dow Jones archivia il 2016 con una abbondante doppia cifra di guadagno: collocandosi, come si...(segue)
Banche USA: quando è troppo, (non) è troppo
di Gaetano Evangelista - 29/12/2016
Tre settimane fa suggerivamo la concreta probabilità di una fase di consolidamento, per i finanziari americani, sulla scorta di un eccessivo scostamento rispetto al “percorso” suggerito dalla curva dei rendimenti: «C’è dunque la possibilità che i finanziari consolidino i progressi: cioè, inizino un processo di ridimensionamento relativo, a vantaggio di altri settori».(segue)
Cosa ci dice la chiusura di 2016 di EurUsd
di redazione Forex - 28/12/2016
La salita dell’indicatore di forza per eccellenza, l’ADX, ci dice che il trend bearish su EurUsd è in accelerazione e che un rimbalzo nella direzione della media mobile di breve periodo (per convenzione si prende quella a 20 giorni) attualmente posizionata a 1.0540, verrà seguita con elevata probabilità da una nuova zampata verso il basso.(segue)
Sul VIX il contango è davvero eccessivo
di Bernie Schaeffer - 28/12/2016
Nelle ultime due settimane il Dow Jones è stato contenuto dalla mitica soglia a 20.000 punti. Sebbene questa cifra tonda stia catturando parecchia attenzione, siamo ben lontani dal clamore suscitato nel 1999 quando il Dow Jones toccò quota 10.000; salvo culminare l'anno dopo, e inaugurare un pesante bear market. Nel frattempo...(segue)