08 dicembre 2016
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
dicembre 2016 novembre 2016 ottobre 2016
L'asso nella manica di Trump
di Alvin A. River - 14/11/2016
Mentre gli economisti cercano di scorgere gli elementi di quella che nei prossimi quattro anni etichetteremo come Trumponomics, una tendenza recente inizia a prendere corpo, e a confortare circa la congiuntura economica negli Stati Uniti dei prossimi sei-nove mesi. Secondo il sondaggio trimestrale della Federal Reserve, una crescente proporzione...
 
Per una correzione, ripassare più avanti
di Bernie Schaeffer - 07/12/2016
Il Russell 2000 (RUT) è reduce dalla più prolungata sequenza positiva degli ultimi vent'anni. Di riflesso, la forza relativa dell'indice delle midcap, rispetto allo S&P500, ha raggiunto il livello più alto degli ultimi otto anni. Ci si chiede se questa sovraperformance sia salutare, per l'intero mercato, o se segnali un surriscaldamento che anticipa...(segue)
Sui Treasury USA l'aggiustamento non è ancora terminato
di Gaetano Evangelista - 07/12/2016
I processi di aggiustamento che seguono il conseguimento di condizioni di eccesso, possono tipicamente essere violenti, ma rapidi; oppure morbidi, ma terribilmente estesi nel tempo. Lo stesso principio si applica al mercato obbligazionario; americano, in particolare. Dove a metà anno il Treasury decennale ha raggiunto una condizione di ipercomprato...
(segue)
In Asia il mercato valutario è depresso
di redazione Forex - 06/12/2016
Prosegue la correzione sulle valute asiatiche. Su borsa italiana è quotato un Etf di SPDR che mira a replicare l’andamento delle local currency asiatiche tramite emissioni governative. La peculiarità dell’Etf in esame è quella di escludere sostanzialmente Cina, Hong Kong ed India dal paniere. Corea del Sud, Indonesia, Thailandia e Malesia fanno la...(segue)
Una relazione perfetta
di Alvin A. River - 06/12/2016
I rendimenti obbligazionari continuano a crescere: in tutto il mondo, a prescindere dagli emittenti - governativi o corporate - e dalla durata delle scadenze. Bisognerebbe soffermarsi sulle cause di un fenomeno in essere ormai da cinque mesi (aumento della componente reale dei tassi, o della componente inflazionistica); sta di fatto che questa...(segue)
Ostacolo per il Dow Jones poco sopra i 19.000 punti
di Bernie Schaeffer - 05/12/2016
La scorsa settimana, dopo aver esaminato le resistenze che contenevano i principali indici di Wall Street, e dopo aver ponderato il comportamento tipico del mercato dopo la festività del Ringraziamento, rilevai la possibilità di una correzione per il mercato azionario. Lo S&P500 in effetti è sceso: di meno dell'1%. Anche il Russell2000 è sceso, ma...(segue)
Trump e la crescita economica (I Parte)
di Charlie Minter - 05/12/2016
Come tutti, dobbiamo ammettere di essere rimasti sorpresi dalla reazione benigna del mercato alla elezione a presidente degli Stati Uniti di Donald Trump. E non già perché crediamo che le politiche che adotterà la prossima amministrazione saranno meno orientate alla crescita della presidenza Obama o di quella Clinton. Al contrario...(segue)
Il ritorno del credit crunch in Italia
di Gaetano Evangelista - 02/12/2016
Con una performance annuale provvisoria ad abbondante doppia cifra negativa (-21% per l’indice MIB a fine novembre; la seconda piazza peggiore nel G25, la Svizzera, perde poco più del 10%), è evidente che l'andamento della borsa italiana stia anticipando una recessione che dovrebbe fare capolino entro il prossimo anno.(segue)
La strategia da adottare sul Rand sudafricano
di redazione Forex - 01/12/2016
Il rapporto di cambio fra euro e Rand sudafricano mantiene in essere quel segnale tecnico ribassista generato dal Macd che ci quest'anno ci ha permesso di cogliere con tempestività l’ingresso sulla divisa sudafricana. Come già indicato su Strategie Valutarie ci sono adesso scogli tecnici da superare piuttosto ostici che si annidano tra...(segue)
Perché siamo ancora negativi sugli EM Bond
di Alvin A. River - 30/11/2016
All'inizio della scorsa settimana abbiamo proposto una segnalazione tattica sulle borse emergenti, sulla base del raggiungimento di un minimo di medio periodo sul MSCI EM Index e del possibile esaurimento della spinta ascensionale da parte del dollaro USA. L'indicazione non si estendeva anche al mercato obbligazionario...(segue)
Rivelato il segreto ciclico di Wall Street
di Gaetano Evangelista - 30/11/2016
Qual è il segreto di Wall Street? riformuliamo: come mai la borsa americana è salita così brillantemente nelle ultime tre settimane? Il merito è tutto di una ricorrenza ciclica, che da mesi proponiamo con una certa gratificazione ai lettori del Rapporto Giornaliero: dopo il minimo post-Brexit del 27 giugno, lo S&P500 ha impiegato...(segue)
Le small cap americane sono il vero Trump trade!
di Bernie Schaeffer - 29/11/2016
La buona notizia per i Tori è che le cifre tonde a cui abbiamo fatto riferimento una settimana fa, sono state ovunque scavalcate, e ciò ha condotto a nuovi massimi storici su Dow Jones e S&P500, fra gli altri. Il primo in particolare si è spinto oltre i 19.000 punti, e questo suggerisce cautela; perché da quando l'indice è salito oltre i 10.000 punti...(segue)
Il Rublo russo può dimostrare quanto vale
di redazione Forex - 29/11/2016
E’ la valuta emergente che ha guadagnato di più dall’elezione di Trump contro Euro (+3%) e quella che ha perso meno (1%) contro il rullo compressore Dollaro. Il Rublo russo  sta tentando in questi giorni di forzare contro Euro l’importante supporto di area 68 ed è evidente che i riflessi per il futuro potrebbero essere molto intriganti per...(segue)
A che punto è il riallineamento delle borse EM
di Alvin A. River - 28/11/2016
Storicamente sussiste una relazione inversa fra l'andamento del dollaro e la forza relativa dei mercati emergenti. Questo per due ordini di motivi: in primo luogo perché buona parte del debito EM emesso in dollari, o comunque in "hard currency"; per cui, se i cambi subiscono una svalutazione, aumenta conseguentemente il servizio del debito...(segue)
Il divorzio fra Federal Reserve e Wall Street
di Gaetano Evangelista - 28/11/2016
Nel mondo di Trumpolandia antichi capisaldi vengono meno, ed emergono nuove correlazioni a cui sarà opportuno abituarsi con molta sollecitudine. Da quasi otto anni eravamo abituati a collegare le sorti della borsa americana all’allargamento della borsa di Zio Sam; che nel tempo ha assunto le sembianze di Ben Bernanke, e poi di Janet Yellen.(segue)
Le società più performanti del Ringraziamento
di Bernie Schaeffer - 24/11/2016
Tipicamente le quattro sedute (3,5 ad essere precisi) della settimana del Ringraziamento, si caratterizzano per volumi piuttosto fiacchi. Negli ultimi cinquant'anni ciò non ha impedito allo S&P di portare a casa ritorni lusinghieri, con una performance media del +0.64% e ritorni favorevoli nel 68% dei casi. Il dato si confronta con il +0.13% messo...(segue)
L’infelice mondo dei BRIC
di redazione Forex - 23/11/2016
Le valute del cosiddetto BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) dovranno per il momento rimandare l’assalto ai livelli decisivi (in ottica bullish) nel rapporto contro Dollaro. L’indicatore sintetico che abbiamo creato e che raggruppa in modo equipesato i rispettivi rapporti di cambio dei quattro paesi contro Dollaro, mostra infatti come il biglietto verde abbia...(segue)
A Wall Street ogni correzione va comprata: e a Piazza Affari?
di Gaetano Evangelista - 23/11/2016
Le borse vanno accolte per il valore facciale che esprimono. Hanno espresso diffidenza nei confronti del candidato della Casa Bianca, e hanno avuto ragione. Ho segnalato anzitempo le scarse probabilità di vittoria di cui godeva Hillary Clinton, proprio sulla base della performance negativa messa a segno nei due mesi che hanno preceduto la chiamata alle urne.(segue)
Gli USA accelerano, l'Europa galleggia
di Alvin A. River - 22/11/2016
Le previsioni della Federal Reserve di Atlanta inducono ad uno smisurato ottimismo: il PIL nel corrente trimestre dovrebbe crescere del 3.6%. La stima, formulata giovedì scorso, risulta addirittura superiore a quella precedente, e conferma appieno la prospettiva di un rialzo dei tassi fra meno di un mese negli Stati Uniti. Naturalmente il dollaro...(segue)
A Wall Street i trader continuano a comprare coperture
di Bernie Schaeffer - 22/11/2016
Come abbiamo avvisato nelle settimane passate, a differenza di quanto occorso prima del referendum nel Regno Unito, negli Stati Uniti c'é stata una notevole cautela prima delle elezioni presidenziali. Le opzioni larghamente usate come copertura di portafoglio sono ad ogni modo scadute la passata settimana: si parla di oltre 4.5 milioni di...(segue)
Eur/Gbp: tensioni da post-Brexit
di redazione Forex - 21/11/2016
La fiammata dello scorso 7 ottobre ha costituito il culmine di una fase di apprezzamento, da parte dell'euro, iniziata subito dopo la diffusione dei dati sorprendenti sul referendum sulla permanenza nell'Unione Europea da parte del Regno Unito. Sicuramente la rivalutazione della sterlina non giova al massiccio deficit di bilancia corrente di Londra.(segue)
Trump come Reagan? Facciamo un parallelo borsistico!
di Gaetano Evangelista - 18/11/2016
Non ce lo nascondiamo: l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti è stata accolta con lo stesso livello di incredulità, scetticismo, diffidenza e ostilità che accompagnarono l’ascesa alla Casa Bianca da parte dell’”attore di serie B” Ronald Reagan. Tanto più che questi perlomeno vantava una minima esperienza nella...(segue)
Value: non sarà troppo tardi per salirvi a bordo?
di Alvin A. River - 17/11/2016
Dopo diversi anni di oblio, sembra giunto il momento della riscossa per il settore Value. Grazie al marcato rimbalzo dei rendimenti obbligazionari (pubblici), il rapporto fra MSCI Europe Value e MSCI Europe Value ha da alcuni mesi svoltato nettamente verso l'alto. Che poi fondamentalmente si parla di finanziari, e in seconda battuta di...(segue)
I dissuasori di velocità conterranno il mercato
di Bernie Schaeffer - 17/11/2016
Siamo entrati in un periodo storicamente benigno per il mercato azionario. Abbiamo esaminato i ritorni del Dow Jones, dal giorno successivo alle elezioni presidenziali alla fine dell'anno, e il ritorno medio è stato di tutto rispetto, sebbene l'anno elettorale si sia rivelato prevedibilmente più volatile del solito. Volendo fare un passo in avanti...(segue)
Wall Street sui massimi, sentiment sui minimi
di Gaetano Evangelista - 16/11/2016
Viviamo una condizione paradossale: malgrado il Dow Jones sta migliorando in sequenza i massimi storici, gli investitori si mostrano quantomai guardinghi. Di riflesso, uno degli anni peggiori degli ultimi lustri per il mercato obbligazionario, è stato sino ad ora accompagnato da una massiccia raccolta netta da parte di fondi comuni, SICAV ed ETF...(segue)