20 febbraio 2017
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
febbraio 2017 gennaio 2017 dicembre 2016
La condizione per restare bullish sull'Equity
di Gaetano Evangelista - 30/01/2017
Come si definisce la preferenza fra mercato azionario e mercato obbligazionario? è molto semplice: bisogna verificare la tendenza degli indicatori delle sorprese macro, resi disponibili da Citigroup sulla piattaforma Bloomberg. La correlazione da tempo è strepitosa: quando il CESI dei principali paesi industrializzati (G10) punta verso l'alto...
 
Performance elevate e volatilità bassa vanno a braccetto
di Gaetano Evangelista - 17/02/2017
Analisti ed investitori sono sulle soglie della schizofrenia. Gli indici americani migliorano all’unisono i massimi storici, e lo fanno perdipiù in condizioni invidiabili di volatilità. Nell’ultimo anno la variazione giornaliera dell’indice S&P500, in media, è stata in valore assoluto inferiore allo 0.5%. La “politica dei piccoli passi” evidentemente avrà giovato...(segue)
Peso messicano: un mese avanti tutta
di redazione Forex - 17/02/2017
Ad inizio gennaio rispondemmo ad un lettore circa le possibilità del Peso messicano. In quell’occasione avevamo previsto un rientro di UsdMxn verso 19.50, scenario che si sta concretizzando. E chissà cosa potrebbe succedere al Peso messicano nel mese di marzo quando la stagionalità dovrebbe offrire un sostegno ulteriore. Considerando infatti...(segue)
Perché l'Europa non batte più Wall Street
di redazione - 16/02/2017
Le borse europee sono state favorite da un migliore profilo macro, da luglio in poi. Pochi se ne sono accorti, ma con quello più recente sono cinque i trimestri in cui l’Eurozona ha fatto meglio o comunque non peggio degli Stati Uniti, in termini di crescita reale del PIL. Gli economisti sono rimasti spiazzati da questa vitalità; gli investitori, pure.(segue)
Restare esposti al Toro con la strategia del rimpiazzo
di Bernie Schaeffer - 16/02/2017
Gli indici americani migliorano sistematicamente i massimi assoluti, anche se il numero delle singole azioni ai massimi storici rimane contenuto. Il Dow Jones Industrial ha migliorato i suoi massimi per cinque sedute di fila: non accadeva da metà dicembre. In media, il decano degli indici di Wall Street a distanza di tre mesi è salito del 2.5%...
(segue)
Arriva l'inflazione: come difendersi?
di Alvin A. River - 15/02/2017
La fiammata dei prezzi al consumo impone una riflessione sulle sorti prospettiche del mercato azionario. La signora Yellen ha già lasciato intendere che la prospettiva di un restringimento monetario si fa più concreta, e c'é chi inizia a scommettere su un aumento dei tassi già a marzo. Uno scenario sulla carta minaccioso, tenuto conto che si tratterebbe...(segue)
Alla scoperta degli Uridashi bond
di redazione Forex - 15/02/2017
Gli Uridashi bond sono rappresentati da quelle emissioni in Yen o valute estere ad alto rendimento offerte agli investitori nipponici per compensare i rendimenti negativi domestici. Tra le emissioni più diffuse quelle in Aud e Nzd, ma anche quelle in Zar hanno trovato negli anni grande interesse. Il cross ZarJpy rappresenta così uno...(segue)
Tutti bearish sul mercato: Piazza Affari riparte
di Gaetano Evangelista - 14/02/2017
La reazione verso l'alto degli indici, sperimentata nei giorni più recenti, trova giustificazione nell'interessamento di vitali livelli di supporto; ma anche nel conseguimento di un eccessivo livello di pessimismo da parte dei piccoli investitori. Secondo le elaborazioni di AGE Italia, infatti, il turnover degli scambi sugli ETF bearish sulla borsa italiana...(segue)
Lo S&P affronta la resistenza a 2320 punti
di Bernie Schaeffer - 14/02/2017
Dopo una pausa di circa un mese, subito dopo il FOMC di dicembre, il "Trump rally" è tornato a tutti gli effetti. Dopo l'inaugurazione della presidenza Trump, gli investitori sono tornati a concentrarsi sulla politica monetaria della Federal Reserve e su ciò che è bene per l'economia e per le aziende: dalla deregolamentazione al commercio internazionale...(segue)
Nuovi massimi storici: e adesso?
di Alvin A. River - 13/02/2017
Come rilevava il collega Gaetano Evangelista questa mattina sul Rapporto Giornaliero, nell'indifferenza generale la scorsa settimana il MSCI World ha superato il picco del 2015, raggiungendo un nuovo massimo storico. Spettacolare la performance messa a segno nell'ultimo anno: +25%, con la maggior parte degli indici nazionali in crescita...(segue)
L'EurTry sotto la prospettiva delle Bollinger Bands
di redazione Forex - 13/02/2017
Vista l’evoluzione recente sembra che la nostra indicazione di entrare sulla Lira turca sugli eccessi di pessimismo del mese gennaio sta sortendo i primi effetti positivi. Non vogliamo riprendere gli stessi indicatori analizzati in quella sede, ma confermare come questa tendenza di breve dovrebbe proseguire. Lo facciamo con le Bande di Bollinger settimanali.(segue)
Stoxx600: è tempo di “catenaccio”
di Gaetano Evangelista - 10/02/2017
E’ opinione diffusa che i tassi di interesse siano aumentati un po’ ovunque, da luglio in avanti, per “buoni motivi”: la domanda aggregata cresce e supera un’offerta insufficiente (nota per le imprese: aumentate gli investimenti). Quindi, se così fosse, sarebbe un bene, perché i tassi di interesse possono salire anche per “cattivi motivi”: aumento dei prezzi...(segue)
Quando la stagionalità si combina con il sentiment
di Bernie Schaeffer - 09/02/2017
Abbiamo archiviato il primo mese dell'anno con una performance, da parte dello S&P500, del +1.8%. Il "barometro gennaio" è un indicatore stagionale, piuttosto noto, che suggerirebbe di guardare con ottimismo al resto dell'anno. Difatti dal 1950, quando Wall Street è stata positiva nel primo mese dell'anno, nei successivi undici mesi ha conseguito...(segue)
In Brasile si accentua la recessione
di Alvin A. River - 09/02/2017
Sono preoccupato per l'andamento dell'economia brasiliana. Mentre il PMI globale si impenna, e l'80% delle economie mondiali vanta un PMI manifatturiero superiore all'asticella dei 50 punti; il PMI brasiliano sprofonda, permanendo in condizione recessiva. Una recessione che ha già sacrificato il 7.5% reale del PIL, e che non accenna...(segue)
Sull’Euro debole ha ragione Trump, ma...
di redazione Forex - 08/02/2017
Il solito ciclone Trump muove il mercato Forex e soprattutto muove EurUsd verso quello che già da settimane appariva il suo destino, ovvero area 1.08. Trump ha ragione sui cambi? Se osserviamo il principio della parità dei poteri d’acquisto (PPP) per ogni singolo paese dell’Eurozona sì. Il cambio fair value di EurUsd dovrebbe essere...(segue)
La produttività stagnante peserà sul mercato azionario
di Charlie Minter - 08/02/2017
Il bull market si avvia ormai a celebrare l'ottavo compleanno e, se continuerà per un ulteriore mese, sarà il secondo rialzo di borsa più prolungato della storia. Essere pesantemente investiti in simili circostanze, oltretutto considerate le valutazioni raggiunte, incomincia a diventare pericoloso. Tuttavia, per motivi imponderabili, il sentiment degli investitori...(segue)
Il nuovo spread da monitorare: FraGer
di Gaetano Evangelista - 07/02/2017
A 76.7 punti base, lo spread di rendimento decennale fra Francia e Germania ha raggiunto ieri un livello che non si registrava dalla fine del 2012; ma sarebbe concettualmente più corretto risalire alla prima e unica volta che il differenziale fra gli yield delle prime due economie continentali ha raggiunto questa soglia: eravamo ad agosto 2011...(segue)
Un mercato dal potenziale rialzista limitato
di Bernie Schaeffer - 07/02/2017
Diversi fattori stanno condizionando di recente il mercato azionario americano: le trimestrali e i dati di bilancio; le politiche adottate dalla nuova Amministrazione; il primo Federal Open Market Committee (FOMC) da quando Donald Trump si è insediato alla Casa Bianca. Il Dow Jones è sempre alle prese con la resistenza a 20.000 punti...(segue)
Il sentiment si sta surriscaldando
di Alvin A. River - 06/02/2017
Il Bull&Bear Indicator di BoA Merrill Lynch è salito la scorsa settimana ai livelli più elevati dell'ultimo anno e mezzo. A 6.1 punti, in una scala compresa fra 0 - massima negatività - e 10 (massima positività), l'indicatore riflette il miglioramento sensibile registrato dal mercato azionario e da quello del credito, nonché il ripristino di flussi di investimento...(segue)
Ancora Toro, almeno qualche mese
di redazione - 03/02/2017
Prendiamo gli Stati Uniti: se calcoliamo l’offerta di moneta, togliamo da questa la variazione della produzione industriale e consideriamo anche la variazione dei prezzi alla produzione, otteniamo una liquidità in esubero che finisce conseguentemente in borsa. Per cui sì: se la mettiamo in termini di liquidità esuberante, c’è ancora benzina.(segue)
Volatilità in arrivo: lo suggerisce l'EurJpy
di redazione Forex - 03/02/2017
EurJpy vede scivolare l’Adx a 10, un valore estremamente basso che segnala l’assenza totale di tendenza. Quando però questo indicatore scende troppo in basso come ora, significa che la molla sta caricando sufficiente energia per muoversi in modo direzionale e soprattutto consistente. Se poi associamo EurJpy alla volatilità delle borse...(segue)
E se l'Euro fosse da comprare ad occhi chiusi?
di Gaetano Evangelista - 01/02/2017
Non tutti i minimi di mercato sono segnalati da una divergenza; ma, spesso, le divergenze anticipano i minimi di mercato. Questo postulato trova notevole applicazione al rapporto di cambio fra euro e dollaro. L'esame dei dati trimestrali segnala una notevole divergenza bullish fra le quotazioni di Eur/Usd, scese di recente ad un nuovo minimo...(segue)
Un Franco Svizzero dimenticato che può dire molto
di redazione Forex - 01/02/2017
Non sappiamo se siamo entrati in una fase nuova per i mercati valutari soprattutto lato Dollaro, ma qualche cosa di particolare sta accadendo. Se nell’ultimo anno senza ombra di dubbio il differenziale di tasso aveva guidato il biglietto verde, adesso questo meccanismo sembra essersi inceppato. In modo ancora più evidente percepiamo...(segue)
Si infiamma l'inflazione: come proteggersi?
di Alvin A. River - 31/01/2017
Il confronto favorevole delle quotazioni petrolifere rispetto ad un anno fa fornisce un contributo massiccio alla crescita dell'inflazione nel mese appena passato. Nell'Eurozona l'indice dei prezzi al consumo è salito dell'1.8%: più delle aspettative, ben più dell'1.1% di crescita di dicembre. Il picco dovrebbe essere raggiunto con la rilevazione di...(segue)